Waifu2x e l’Upscaling di Immagini

0

Avete mai provato ad ingrandire una immagine (upscale)? Da un’immagine 500×500 fate tasto destro usando Photoshop o il Gimp di turno, andate su “Scale”, scalate a 800×800 fate invio e fatto: avete ora un’immagine 800×800 con la qualità di una da 500×500 con dei pixel “grandi così!”.

Ma la logica è semplice: per mantenere la stessa qualità andando ingrandire un’immagine sarebbe necessario aggiungere pixel, aggiungere quindi colori che siano in armonia con il tutto e questo è sempre sembrato un po’ troppo artistico come task per essere performato da uno script di computer-grafica.

Finchè un certo nagadomi non ha pubblicato questo: http://waifu2x.udp.jp progetto su GitHub.

Waifu2x usa Deep ConvolutionaWaifu2x effectl Neural Networks per, letteralmente, aumentare la risoluazione delle immagini. Il  nasce dal progetto di ricerca “Image Super-Resolution Using Deep Convolutional Networks”  nato nel Diaprtimento di Ingegneria Informatica dell’Università Cinese di Hong Kong.

Il concetto di fondo è abbastanza smeplice, addestrare una rete neurale attraverso un trainingset composto da immagini a bassa risoluzione e corrispettivi ad alta risoluzione per poi poter utilizzare per migliorare la risoluzione di qualsiasi altra immagine.

Waifu2x in particolare, alla versione 0.11, risulta essere stata addestrata con un training set di 6000 immagini con relativi corrispettivi ad alta risoluzione ed ottimizzata per immagini come anime, manga e fumetti (cos’altro potevamo aspettarci da un giapponese?).

Il sistema permette in realtà di performare due distinte operazioni:

  • Noise reduction: None, Medium, High e Super
  • Upscaling: None, 1.6x e 2x

Queste possono essere performate singolarmente o in contemporanea, ovviamente, all’aumentare della riduzione del rumore e delle dimensioni dell’upscaling aumentano i tempi di elaborazione dell’output.

Extra: nello slang manga “Waifu” indica un personaggio di un manga, anime o video game, di cui si è innamorati e si prova un profondo rispetto.

Share.

About Author

Studio Business Administration ma sono appassionato di Big Data e AI. Quello che faccio: Coworking, TEDx e Wearable. Quello che sono: uno studente di Economia con il rimpianto di non essersi iscritto ad Informatica. Quello che voglio: vedere oltre.

Leave A Reply